"Cantine Aperte" a "Cantine Astroni"

Domenica 31 Maggio, Cantine Astroni, in adesione al Movimento Turismo del Vino, con il Patrocinio del Comune di Pozzuoli e il contributo culturale e professionale della Cooperativa Pescatori San Marco ha riaperto nuovamente le sue porte ad enoturisti e curiosi visitatori per offrire loro l’opportunità di entrare in contatto diretto con il mondo della cantina e quest’anno anche con quello marinaro.

Cantine Astroni, azienda vinicola da quattro generazioni, sorge a ridosso dell’Oasi del WWF del Vulcano Astroni (Napoli) proponendo l’iniziativa “Un Mare di Vino: uomini, tradizioni e culture della terra e del Mare” con 4 Laboratori tecnici tematici di degustazione vino – pesce azzurro condotti dall’enologo aziendale Gerardo Vernazzaro e da Tonino Chiocca, Presidente della cooperativa dei Pescatori San Marco.

Cantine Astroni in Via Sartania,48 in Napoli con l’iniziativa ”Cantine Aperte” ha colto l’occasione, non solo per far conoscere la realtà vitivinicola dell’azienda Varchetta, ormai di secolare prestigio, e il fascino della Riserva Naturale dello Stato Cratere degli Astroni (confinante con i loro vigneti), ma anche per cercare di far simbolicamente dialogare la terra con il mare, il vino con i pesci e perchè no i vignaioli con i pescatori.

Il programma:

Dalle ore 10:00 alle ore 19:00 Cantine Astroni ha proposto ad intervalli regolari le seguenti attività:

  1. Passeggiando tra le vigne: visite guidate ai vigneti dell’azienda, con vista panoramica della Riserva Naturale dello Stato Cratere degli Astroni e approfondimento dei principali aspetti geologici, storici e naturalistici dell’oasi WWF.
  2. Visita in cantina: visite guidate alla cantina, durante le quali lo staff di Cantine Astroni, illustrerà il progetto aziendale, nonchè le principali lavorazioni vinicole svolte dall’azienda.
  3. Laboratori tecnici tematici di degustazione vino – pesce azzurro: a cura di Gerardo Vernazzaro, enologo aziendale e Tonino Cocchia, Presidente della cooperativa dei Pescatori San Marco (Uniche attività per le quali è previsto un piccolo contributo di partecipazione ed è obbligatoria la prenotazione)

Durante tutta la giornata è stato inoltre possibile assistere a :

  1. Un “tuffo” nella Terra: visione del Museo Mare di – VINO (appositamente organizzato ed allestito per l’evento), dove artefatti artigianali e culturali (Foto, documenti, ..) hanno raccontato in un confronto dialogico le origini, la storia e l’evoluzione nel tempo della viticoltura e della pesca, dei vignaioli e dei pescatori, nel territorio flegreo;
  2. “Chiodi in ….testa”: mostra personale dell’artista Antonio Testa. In esposizione in cantina, le opere dell’artista flegreo che hanno raccontato un modo originalissimo di interpretare un artigianato singolare ove chiodi di diversa fattura sono combinati in modo da realizzare forme e immagini evocative e suggestive fra le più svariate.
  3. WINE, Sea and JAZZ: esibizione di musicisti jazz

Attorno all’evento hanno fiorito, inoltre, iniziative di cultura gastronomica, durante le quali è stato possibile gustare prelibatezze della tradizione eno – gastronomica flegrea che ha visto quali attori principali il pesce azzurro e il vino salato per eccellenza: la Falanghina dei Campi Flegrei.

Il programma ora dopo ora:

ore 11.15

LABORATORIO 1: Tre modi di vivere la Falanghina

Il presente laboratorio è stato volto a far sperimentare ai partecipanti la plasticità del vitigno FALANGHINA, o
meglio a far comprendere agli stessi come la diversa gestione della vigna sia fondamentale per l’ottenimento di vini con caratteristiche completamente differenti.

Vini degustati:

  • ASTRO BRUT spumante di Falanghina
  • COLLE IMPERATRICE Falanghina campi Flegrei DOC
  • STRIONE cru di Falanghina – Campania IGT
  • Piatto in abbinamento: Involtini di pesce bandiera

ore 12.45

LABORATORIO 2: Dalla costa all’entroterra – i vini da grande acidità

Comune denominatore di questa degustazione è stata l’acidità, caratteristica sempre piu’ apprezzata dagli esperti e palesemente presente nei vini in degustazione. Attori di questo laboratorio sono stati i 2 bianchi campani piu’ noti ed amati fuori regione: il FIANO di Avellino ed il GRECO DI TUFO ed un bianco delle Coste di Amalfi dell’ azienda agricola biologica MONTE DI GRAZIA ottenuto da un uvaggio di varietà meno note quali PEPELLA,BIANCA TENERA E GINESTRA .

Vini in degustazione:

  • VITIS APIANUS Fiano di Avellino DOCG
  • VITIS AMINEA Greco di Tufo DOCG
  • MONTE DI GRAZIA Bianco IGT Campania
  • Piatto in abbinamento: Variazione di pesce azzurro con involtini di melanzane e pesce

ore 16.00

LABORATORIO 3: Vitigni bianchi a confronto: la Falanghina e la Catalanesca nei campi flegrei

Scopo di questa degustazione è stato di far sperimentare e comprendere ai wine lover come il suolo Flegreo, composto quasi esclusivamente da sabbia vulcanica ricca di microelementi, incida sulle caratteristiche organolettiche di due vitigni-vini bianchi prodotti da noi in questo territorio quali la Falanghina e la Catalanesca.

Vini in degustazione:

  • COLLE IMPERATRICE Falanghina Campi Flegrei DOC
  • VIGNA CATALANA Catalanesca Campania IGT
  • STRIONE Cru di Falanghina – IGT Campania
  • Piatto in abbinamento: Polpettine di mandorle e pesce azzurro

N.B: Questo laboratorio è stato arricchito inoltre della presenza del Direttore del Mercato Ittico di Pozzuoli, il dott. Giuseppe Palma che ha offerto nell’ambito dello stesso un suo contributo scientifico sulla sicurezza e l’educazione alimentare legate ai prodotti della pesca.

ore 17.30

LABORATORIO 4: Figli di un bacco minore – Il Piedirosso e il Tintore

Il PIEDIROSSO e il TINTORE, due vitigni rossi campani ancora poco conosciuti ma con delle grandi potenzialità. Il piedirosso popolare ed apprezzato quasi esclusivamente in regione ,il TINTORE poco noto anche nella nostra stessa Campania. Il laboratorio ha reso noto e ha fatto apprezzare ai partecipanti le caratteristiche organolettiche possedute da entrambi i vini ottenuti dagli omonimi vitigni, nonché ha fatto esperire il loro ideale abbinamento gastronomico anche con piatti tipici della cucina di mare.

Vini in degustazione:

  • COLLE ROTONDELLA Piedirosso Campi Flegrei DOC
  • MONTE DI GRAZIA Rosato IGT Campania
  • MONTE DI GRAZIA Rosso IGT Campania
  • Piatto in abbinamento: Polpetti a Pignatiello

Fonte programma: Campania che vai

Per maggiori informazioni relative a Cantine Astroni, visitate il sito