Eurograbber, il virus che ruba dal conto corrente

EurograbberE’ arrivata una nuova minaccia sui nostri computer e smartphone. Il suo nome è Eurograbber e incombe sui nostri conti correnti. Questo virus sta seminando il panico perchè infettando pc e cellulari può infiltrarsi nei sistemi di home banking che noi utilizziamo quotidianamente.

Il virus ha già colpito circa 30mila utenti di Italia, Spagna, Olanda e Germania arrecando un danno economico stimato di 36 milioni di euro.
Questo cavallo di Troia, diffusosi in Italia attraverso il trojan “Zitmo“, agisce indisturbato dal computer di casa allo smartphone dei malcapitati grazie al fatto che riesce ad intercettare e registrare i codici di verifica necessari per sincronizzare i due dispositivi. E proprio attraverso queste password, che Eurograbber riesce a aprire le sessioni parallele nascoste riuscendo così a prelevare denaro dai nostri conti correnti bancari trasferendoli su altri.
Ad oggi, le somme trasferite dai conti dei malcapitati, vanno dai 500 euro ai

[sociallocker id="6152"]

250mila euro.

Il pericoloso virus si è già insediato in almeno 30 importanti istituti di credito nella sola Europa. Una truffa colossale, etichettata addirittura come la seconda frode bancaria più importante del 2012. Per rimediare a ciò bisogna soprattutto diffidare da qualsiasi invito a fare aggiornamenti sul software relativo alla pagina di home banking dove facciamo le nostre comuni operazioni bancarie.

E’ sempre raccomandato non aprire mail e sms di fonti non attendibili o non riconoscibili: potrebbe essere una mossa fatale per l’immunità dei nostri device, e ovviamente dei conti correnti cliccare su link maligni: l’infezione è immediata e il furto di codici di accesso sul nostro smartphone avverrà in pochi secondi.

Infine, è buona norma aggiornare di frequente i sistemi operativi dei nostri dispositivi e con simplitec, ovvero con un buon antivirus, riusciamo a tenere al sicuro i dati, la privacy e la salute del nostro pc.

[/sociallocker]

 

Comments

  1. Andrea Moro says:

    Sarei curioso di sapere se si limita alla sola divisa in Euro … o colpisce pure la sterlina.
    Uhmm forse no, non sono cosi’ curioso.

    Scherzi a parte, come al solito, il buon senso “informatico” degli utenti dovrebbe prevalere. Il problema e’ che non succede mai, e la gente clicca e installa a destra e manca.