Wifi libero dal 1° Gennaio 2011!

 

Nella mattinata del 5 novembre 2010 il Consiglio dei Ministri ha espresso il via libera sul nuovo pacchetto sicurezza elaborato dal ministro dell’Interno, Roberto Maroni. Il pacchetto sicurezza si compone di un decreto legge e di un disegno di legge, all’interno dei quali si trovano le direttive per la liberalizzazione delle connessioni internet WiFi a partire dal 1° Gennaio 2011.

Lo ha annunciato il ministro dell’Interno, Roberto Maroni, nel corso della conferenza stampa a Palazzo Chigi, al termine del Consiglio dei ministri che ha approvato il nuovo Pacchetto Sicurezza. Dall’inizio del prossimo anno, infatti, non vi saranno più quegli ingombranti ostacoli burocratici che fino ad oggi hanno frenato la diffusione della connettività wireless nei luoghi aperti al pubblico: i gestori degli esercizi commerciali non dovranno più chiedere alcuna autorizzazione per concedere il servizio.

Ricordando le limitazioni introdotte nel 2005 dal cosidetto decreto Pisanu che vietava la diffusione delle connessioni Wi-Fi in qualsiasi ente pubblico,vincolando i gestori degli stessi a richiedere un’autorizzazione al questore e a identificare/tracciare tutti gli utenti che decidessero di usufruire della connessione, Maroni ha spiegato che sono state fatte delle valutazioni per contemperare l’esigenza della libera diffusione e quella della sicurezza dice – “ho valutato che si possa procedere all’abolizione delle restrizioni del decreto Pisanu, che scade il 31 dicembre, e dal 1 gennaio introduciamo la liberalizzazione dei collegamenti wi-fi attraverso gli smartphone”.

Anche se l’idea è senza dubbio molto interessante ed entusiasmante, è vero anche che è ancora presto per capire se gli auspici espressi qualche settimana fa si tramuteranno in realtà: bisognerà attendere fino al prossimo 1 gennaio per comprendere a livello pratico come verrà attuata la decisione presa dal ministro dell’Interno.

Cosa ne penserà il Parlamento di questo decreto legge? E tu cosa ne pensi in merito?