Google Translate e la realtà aumentata

google-translate Google migliora la sua app “Translate” trasformandola in un’app rivoluzionaria e di essenziale utilità nella vita quotidiana di ognuno di noi grazie agli importanti aggiornamenti messi a disposizione. Quante volte ci siamo trovati in viaggio all’estero e senza conoscere minimamente la lingua locale, siamo stati costretti a dover chiedere alla cameriera di turno informazioni sulle prelibatezze del menu piuttosto di dover mangiare scegliendo alla cieca. E se invece siamo incuriositi da una pubblicità o un cartello per strada, ma la lingua è il tedesco piuttosto che il cinese? [sociallocker id="6152"] Per tutte queste situazioni e non solo, l’app di Google ha risolto ogni eventuale problematica con le traduzioni grazie all’integrazione di Word Lens. Ma non come siamo comunemente abituati a fare, scrivendo nel box e cliccando “Traduci”. Con Word Lens, basta inquadrare con la fotocamera del tuo cellulare e con l’ausilio della realtà aumentata, vedremo direttamente dal nostro schermo (senza scattare alcuna foto) e in modalità live, la traduzione del testo sul cartellone che si trova di fronte ai nostri occhi, e molto spesso visualizzando anche lo stesso font! Amazing! Inoltre toccando l’icona del microfono dell’app, puoi iniziare a parlare e Google Translate rileverà in automatico quale delle due lingue tu stia usando e riprodurre al volo la traduzione nell’altro a lingua appena avrai terminato di parlare. Secondo Google, più del 50% del web è in lingua inglese, mentre l’80% degli utenti l’inglese non lo sa. Brasile, Stati Uniti e Messico, sono i tre Paesi dove Translate viene utilizzato di più. “Oltre 500 milioni di persone utilizzano Google Traduttore ogni mese, per un totale di oltre un miliardo di testi tradotti al giorno”, ha scritto Barak Turovsky, Product Lead di Google Translate. Grazie a “Conversation mode” da oggi verranno tradotte 38 lingue diverse. Per funzionare, ha bisogno di una connessione a Internet, mentre si potranno salvare in locale singole traduzioni che sappiamo già serviranno più spesso, o che possono essere più importanti di altre. Come già annunciato da Skype e come conferma anche la rivista Wired, integrato in Chrome, Search e Gmail, il nuovo Conversation mode sarebbe perfetto per l’integrazione con Hangouts, per tradurre in tempo reale le videochiamate tra persone che non parlano la stessa lingua - come già annunciato da Skype, al momento limitato in beta solo tra inglese e spagnolo. Ma poiché questa funzione al momento è disponibile solo sulle app e non su desktop, se ne dovrà riparlare soltanto più avanti. word_lens_ios [/sociallocker]