Cos’è Pinterest ma soprattutto come funziona Pinterest

Pinterest_come_funziona

Pinterest è diventato il social network dell’anno e a guardare le statistiche, sta avendo una crescita oltre il 4000% negli ultimi 6 mesi! Con una media di 88,3 minuti per visitatore, Pinterest, si classifica terzo, dietro Facebook e Tumblr e ben davanti a LinkedIn (16 minuti) e Google Plus (5.1 minuti).

Il sito si rivolge ad un pubblico femminile (circa il 70%), la maggior parte del quale sono al di sotto dei 45 anni e la sua esplosione è dovuta alla sua facoltà di utilizzo con un’interfaccia semplice e intuitiva e si integra perfettamente con social network già diffusi e molto utilizzati come Facebook e Twitter.

[sociallocker id="6152"]

Pinterest è un social network nato con una semplice premessa: condividere le foto che gli utenti trovano online, interagire su interessi comuni e fare “pinning”, (l’equivalente di “like” su Facebook e di +1 su Google). Se vuoi iscriverti, al momento devi essere invitato ed accedere poi o con il tuo nome utente di Facebook o con quello con cui accedi a Twitter. Per poter “pinnare” una fotografia dovrai mettere nella barra dei preferiti il Pin Button semplicemente trascinando il bottone come vedi nell’immagine di seguito. Per accedere alla pagina per il “Pin It” Button basta cliccare su questo link.

Questo servirà, perché ogni volta che ti troverai su una pagina web e vorrai appuntare quella fotografia in una tavola (board) del tuo Pinterest basterà cliccare sul “Pin It” Button e apparirà una schermata dove dovrai selezionare l’immagine che vorrai condividere, il tab dove inserire la descrizione della foto e il menu a tendina per indicare quale board associare l’immagine.

Quindi potrai capire che la prima azione da fare, una volta creato un account su Pinterest, sarà quello di creare le tue board, ovvero “cartelle” dove potrai includere le foto catalogandole per interesse (es. se trovo in rete un prodotto che ha un buon prezzo d’acquisto perché ha un notevole sconto dal prezzo di listino, cliccherò sul “Pin It” Button e inserirò la sua fotografia nella board che ho già creato in precedenza dal nome “Le migliori offerte del momento“).

Se le tue foto catalogate nelle board sono valutate interessanti, gli utenti di Pinterest diventeranno follower o di tutto il tuo account (inteso come insieme di tutte le board) o della sola board (il concetto di follower è lo stesso ideato per primo da Twitter), la stessa cosa potrai fare tu nei confronti di altri utenti; inoltre se reputi una foto di qualche board di altro utente, molto interessante e idonea da essere inclusa ad una tua board, basterà fare repin sul bottone che appare sulla foto e scrivere una breve descrizione e scegliere infine in quale board aggiungerla. Se invece vuoi semplicemente dire che ti piace quella foto piuttosto che un’altra, basta cliccare sul bottone like (che avresti dovuto già conoscerne l’utilizzo con Facebook).

Nelle board è possibile aggiungere qualsiasi cosa, ma sembra che alcuni tipi di contenuti hanno una tendenza maggiore nell’essere seguiti rispetto ad altri, almeno su questo social network. Contenuti come infografiche, immagini di ispirazione, tutorial, consigli, trucchi, immagini di case o uffici creativi, scritte tipografiche, ricette, liste Top 10 o i “best of” di settore e altri contenuti simili ottengono molti follower e repin.

E’ interessante notare come la maggioranza delle immagini che girano su Pinterest hanno tutte un elemento in comune: immagini di forte impatto visivo ed emozionale, curate nel design e gradevoli nella grafica (fonte: Wikipedia).

Un consiglio da dare a tutti i neoiscritti: creare board quanto meno generiche possibili: se vuoi fare una raccolta di template più cool per siti web, differenziali tra quelli da installare per Magento e quelli da utilizzare per il cms WordPress. Pinterest e la sua community ne gioveranno in quanto penso che sia proprio questo il punto di forza del suo successo: categorie più specifiche per soddisfare quanti più interessi di quanti più utenti possibili.

[/sociallocker]