Emart aumenta le vendite con i QR Code creativi

QR-Code-Shadow_EmartI codici QR sono nati in Giappone e nei paesi asiatici e negli ultimi anni anche le aziende italiane hanno deciso di utilizzarli per scopi promo-pubblicitari: li troviamo stampati sulle confezioni dei prodotti, su quotidiani e riviste, cartelloni pubblicitari, brochure e biglietti da visita. E’ un ottimo strumento per invitare all’approfondimento per chi è realmente interessato e vuole farlo anche in modo rapido. Molto spesso i QR Code vengono utilizzati per arricchire le campagne marketing di Brand internazionali, anche intraprendendo strade non convenzionali.

Come vengono utilizzati nel quotidiano? Ad esempio se leggendo un magazine, notiamo un QR Code associato ad una pubblicità per un nuovo modello di automobile, quasi sicuramente il rimando sarà ad un video/spot che punti ad emozionare più di quanto possa aver fatto già la carta stampata. Spesso vengono utilizzati anche su packaging dei prodotti e una volta scattata la foto col nostro smartphone, veniamo proiettati su una landing page costruita ad hoc, che consiglia di appuntare un codice coupon utile per l’acquisto di quel prodotto.

[sociallocker id="6152"]

La creatività per l’utilizzo dei QR Code non manca e nel nostro BelPaese ne abbiamo una prova con la Startup italiana Pickalike che ho recensito in passato. Ma ecco che arriva una nuova campagna integrata realizzata in Corea del Sud che sfrutta il cellulare per guidare le vendite al dettaglio attraverso l’utilizzo degli stessi QR Code. L’idea originale è venuta alla Emart, la catena di negozi Walmart in Corea con la campagna Emart Sunny Vale Campaign (3D Shadow QR Code). Cercavano una soluzione per rimediare al calo notevole delle vendite nell’orario tra le 12 e le 13, e così è venuta l’idea di dare alle persone un’esperienza di shopping unica, ma solo all’ora di pranzo.

Che cosa hanno pensato di tanto divertente e unico? Un codice QR che si materializza solo con la giusta ombra che avverrà soltanto tra le 12 e le 13. Una volta scannerizzato ed acquisito il QR Code con un software ad hoc installato sullo smartphone, si avrà un codice di attivazione della promozione che offre sconti e un coupon di 12$ da utilizzare sul sito ecommerce della Emart o presso i suoi punti vendita. L’agenzia è la Cheil Worldwide.

Ovviamente la riuscita di ogni strategia di marketing avviene quando, con dati alla mano, si verificano i risultati positivi con le vendite dirette o indirette: ebbene Emart ha rilasciato 12 mila buoni buoni durante la promozione ed hanno aumentato del 58% il fattore membership e nei negozi le vendite sono aumentate del 25% durante l’ora di pranzo. Che ne dici? Non male.

Davvero geniale è stata anche la campagna marketing di Guinness con l’utilizzo creativo dei QR Code: puoi vedere l’iniziativa sul blog di Wired.it.

[/sociallocker]